sabato 19 maggio 2007

FANTASMI, CHE PASSIONE!

New York, anno 1984. Peter (Bill Murray), Ray (Dan Aykroyd) ed Egon (Harold Ramis) sono tre professori di parapsicologia sulle tracce di fondamenti scientifici ai fenonemi extrasensoriali.

Allontanati in malo modo dal rettore della facoltà, i tre ricercatori, ostinati a proseguire le proprie indagini sul mondo dell’invisibile, si impegnano, ipotecando la casa di Ray, a racimolare qualche migliaio di dollari per acquistare un palazzo del centro (una vecchia caserma dei vigili del fuoco) e farne la propria base operativa: inizia in questo modo l'avventura degli acchiappafantasmi.
Temerari, efficienti e buontemponi, i ghostbusters sono pronti a fare piazza pulita delle creature maligne che affollano i grattacieli della Big Apple sfrecciando per le strade affollate di Manhattan a bordo della loro auto bianca super accessoriata.


Alleato indispensabile nella lotta contro i pericolosi mostri trasparenti è uno zainetto anti-ectoplasma (con annessi fucile e trappola per la cattura degli spiriti) di cui ciascun acchiappafantasma è attrezzato.

Ma l’impresa di disinfestazione spiritica richiederà più forze ed energie previsto, ed è per questo che Peter, Ray ed Egon, oltre ad assumere
Janine (Annie Potts), un'efficiente quanto bacchettona segretaria,
accoglieranno ben presto nella propria squadra il quarto ed ultimo membro: si tratta di Winston Zeddemore (interpretato da Ernie Hudson).


Simpaticissima e golosissima mascotte del gruppo, il fantasmino verde Slimer, un vero e proprio pozzo senza fondo di affetto e voracità.

Spietati e disumani, i nemici che la squadra si troverà ad affrontare sono, in ordine di apparizione, Gozer (lo zombie sui tacchi a spillo), il Distruggitore (una sorta di copia riveduta e corretta dell’omino Michelin) e infine Vico, il terribile demone dipinto in un quadro che i quattro acchiappafantasmi combatteranno nel seguito del primo film (Ghostbusters 2, del 1989).

Il successo di queste due pellicole è travolgente, uno dei più clamorosi di tutti gli anni ’80.
Testimone della “Ghostbusters mania” è anche il boom di vendite ottenuto della canzone omonima, interpretata da Ray Parker Jr. e rimasta al primo posto delle classifiche per ben tre settimane di seguito. Oltre ai film e alla relativa colonna sonora, raccolgono grandi consensi anche il cartone animato ideato sulla falsa riga della versione cinematografica, il videogioco per Commodore 64 e la mitica linea di personaggi, autentica pietra miliare nella storia delle action figures di quel periodo.









Per finire, eccovi un nostalgico collage casalingo che ritrae i nostri beniamini così com'erano ai tempi d'oro e, accanto, come sono oggi. Who ya gonna call? GHOSTBUSTERS!

4 commenti:

Judy29 ha detto...

Bellissimi questi due film...
Io conservo ancora le videocassette originali, mi ci sono affezionato moltissimo! Il mio personaggio preferito è Egon, il cervellone... troppo forte! Un occhio di riguardo anche per Slimer, era davvero un fantasmino divertente...

Luca82 ha detto...

Anch'io ho ancora le videocassette dei Ghostbusters (in verità solo del n°2)! Ma l'idea che i videoregistratori stiano per scomparire dalle nostre case mi mette in crisi!

grinch ha detto...

fantastici ghostbusters!!! inseriti nella mia personale classifica di film "must" anni 80,insieme a Indiana Jones,i Goonies,una Donna in Carriera...e sicuramente ne dimentico altri!quei film che puoi riguardare 200 volte senza stancarti mai!! il mio preferito..sicuramente Peter,interpretato dal bravissimo Bill Murray,sottovalutato per molti anni e da poco tornato alla ribalta con "Lost in Translation" e "Broken Flowers" tra gli altri..
ricordo che sognai la linea di personaggi(la casa soprattutto) per qualche tempo,ma ovviamente i miei non cedettero alle mie richieste.. :(

Anonimo ha detto...

Ragazzi che nostalgia!!!!
io non sono riuacito a trovare le videocassette...cmq sarebbe fantastico se il mitico team degli acchiappafantasmi tornasse!