martedì 30 ottobre 2007

Ciao Cummenda!

Il mondo dei telefilm targati anni 80 ha perso uno fra i suoi più amati e insostituibili interpreti: si tratta del mitico Guido Nicheli, meglio noto col soprannome di "Cummenda", archetipo del ricco imprenditore lombardo e insieme divertentissima macchietta dallo spiccato accento milanese, coprotagonista di numerose pellicole cinematografiche e serie tv dal 1975 al 2006.
Nato principalmente come attore comico per commedie all'italiana divertenti e senza troppe pretese, a metà degli anni 80 Nicheli viene convocato dal regista Dino Risi per interpretare l'unico ruolo drammatico della sua carriera nel film "Scemo di guerra" del 1985.

Gli anni 80 hanno rappresentato per lui il decennio più significativo per fama e riconoscimenti: fra l'87 e l'89 il suo personaggio ha infatti ricevuto la consacrazione definitiva nella serie televisiva "I ragazzi della Terza C" con il nome de "il Zampetti", spassosissimo commerciante di salumi. Gli anni 90 e 2000 lo hanno invece visto partecipe di alcune miniserie e promozioni televisive, prima di tornare per l'ultima volta sul grande schermo nel 2006 con Vita Smeralda di Jerry Calà, suo amico consolidato e fedele compagno di numerose produzioni. Due giorni fa, il 28 ottobre 2007, il Cummenda si è spento a Desenzano del Garda, per un ictus cerebrale.

Gli anni 80 lo salutano, ringraziandolo, meglio che con un "addio", con un ultimo e fortissimo "TAAC" come solo lui saprebbe fare!

Per saperne di più potete fare un salto sul sito dei "Ragazzi della terza C" dove è a disponibile la sua ultima intervista, rilasciata nel 2004: http://ragazziterzac.altervista.org/int-nicheli.html

5 commenti:

valetex ha detto...

noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
lui era il mio mito!!! anzi lui E' il mio mito!!!!
ci mancherai un sacco cummenda!!!

grinch ha detto...

facciamo dire una messa x il cummenda!!
l'unico uomo che in tutti i film che ha fatto recitava sempre la stessa identica parte!! ANNI 80 Q.B.!!

Michele ha detto...

Una grossa perdita. Sono profondamente dispiaciuto.

Luca82 ha detto...

Anch'io sono molto dispiaciuto: era uno di quei personaggi sempre uguali a sè stessi (almeno sul set, ma qualcosa mi fa pensare che lo fosse anche nella vita) che sembrano eterni, intramontabili, senza fine.

Mais c'est la vie.

Quel che e' certo è che tutti coloro che hanno amato (o detestato)la commedia trash all'italiana degli anni '70, '80 e '90 non potranno dimenticarlo mai!

Nei prossimi giorni siete tutti invitati a casa mia a rigurdarci gli episodi dei RAGAZZI DELLA TERZA C!

Grande Cummenda!

Cristiano ha detto...

Mi dispiace moltissimo. Lo ricordo ai tempi dei ragazzi della terza C, era troppo forte!